#5innovazioni sul diabete

#5innovazioni - Le migliori pratiche sul diabete
 

COMUNICATO STAMPA

 

Roma, 12 novembre 2015

La Puglia finalista al Concorso “#5Innovazioni”: il viaggio fisico e virtuale nell’Italia che innova, alla scoperta delle buone pratiche sul diabete”

 

 

E' tra i 5 finalisti italiani  del concorso #5 Innovazioni” promosso dalla Sanofi Italia, il progetto: “Vivere bene...con il diabete a scuola”, presentato dall'APGD, Associazione Pugliese per l'aiuto al giovane con Diabete onlus, membro di AGD Italia.

Il progetto, selezionato dal Comitato di valutazione composto da una Giuria di massimi esperti italiani del mondo scientifico, sociale e di politica sanitaria (tra cui la Dott.ssa Paola Pisanti, Dott. L. D'ambrosio Lettieri, Dott. S. Caputo, Dott. L. Beccattini, Dott. A. Gaudioso) è stato incluso tra i finalisti in quanto considerato “uno dei migliori esempi di soluzioni innovative e utili ad incontrare i bisogni delle persone con diabete” e pertanto avrà l’opportunità di continuare a competere per il premio finale, che consentirà di completarne la realizzazione. 

Il lavoro dell'Apgd si ispira liberamente al “Documento strategico per l’inserimento del bambino con diabete a scuola” , creato dal lavoro congiunto di Ministero della Salute, MIUR e SIEDP, AGD, ecc. e ha l’obiettivo di  promuovere una campagna formativa/informativa nelle scuole della Puglia per fornire corrette informazioni sul diabete tipo 1 dei bambini/adolescenti, e permettere loro una vita scolastica serena e sicura.

Il rientro a scuola dopo la diagnosi di malattia cronica non è mai facile, per la famiglia, per il bambino e per i docenti. La scuola rappresenta il mondo sociale del bambino/adolescente, il contesto in cui il bambino confronta davvero se stesso al di fuori dell'ambito protetto della famiglia, è il luogo dove verifica quello che i genitori e i medici gli hanno detto rispetto alla sua normalità.

Il ruolo dei docenti cosi come quello degli operatori sanitari, riveste una grande importanza nel percorso di adattamento psicologico alla malattia, sia per il bambino/ragazzo che per la sua famiglia, favorendo l'accettazione della malattia, la sua corretta gestione supportando l'acquisizione di competenza, autonomia, coinvolgimento e un buon equilibrio psicologico per una buona qualità di vita.

La scuola accoglie il bambino/ragazzo nella sua interezza; una buona scuola è quella pronta ad accogliere e valorizzare l'unicità del soggetto, costituendo un fattore di protezione per l'adattamento alla cronicità e di promozione per la qualità della vita.

L'APGD onlus (presidente: Prof. Lucia Vitale) opera dal 1978 all'interno dell'Ospedale pediatrico Giovanni XXIII AOU Consorziale Policlinico Bari (D.G. Dott. Vitangelo Dattoli), in sinergia con l'U.O.C. di Malattie Metaboliche e Diabetologia (Direttore dott. Francesco Papadia), costantemente coadiuvata dal suo Comitato Scientifico composto da: Dott.ssa Elvira Piccinno, diabetologa; Dott.ssa Marcella Vendemiale, psicologa/psicoterapeuta – Servizio di Psicologia – Direzione Medica P.O. Giovanni XXIII ; Dott. Cataldo Torelli e Dott.ssa Elda Frezza, pediatri diabetologi.

Il progetto, coordinato dalla dott.ssa Patrizia Frezza, frutto della condivisione tra l'associazione e il suo comitato scientifico, è stato avviato nel 2014 e proseguirà per tutto il 2016, con l'obiettivo di:

La campagna di sensibilizzazione prevede, tra gli strumenti, l'utilizzo di  un cortometraggio educativo “Dolce come il miele”, che raccoglie storie preziose di ragazzi con diabete che si raccontano nelle loro fragilità e nelle strategie per affrontare e vincere le proprie sfide quotidiane, realizzato dalla regista/atttrice Antonella Carone e Toni Marzolla, con la partecipazione straordinaria di Alessio Giannone, in arte “Pinuccio”. 

L’evento di celebrazione dei cinque progetti finalisti in programma si è svolto  a Roma il  12 novembre scorso ed è inserito nella settimana di celebrazione del “World Diabetes Day 2015” .

La presentazione sarà replicata nell'ambito degli “Stati Generali sul diabete” che si svolgerà il 13 Novembre presso il Ministero della Salute, durante i quali le associazioni dei pazienti ricopriranno un ruolo centrale, attivo e partecipativo.