Warning: include(html/template.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.apgd-onlus.it/home/templates/school/index.php on line 95 Warning: include(html/template.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.apgd-onlus.it/home/templates/school/index.php on line 95 Warning: include(): Failed opening 'html/template.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php/') in /web/htdocs/www.apgd-onlus.it/home/templates/school/index.php on line 95

Cos'è il diabete


Esistono due forme di Diabete:

Diabete giovanile (Tipo 1)

Il diabete di Tipo 1, detto anche insulino-dipendente, è invece una forma più rara, che colpisce prevalentemente bambini e adolescenti in età scolare. E’ una condizione patologica cronica e, chi ne è colpito, per riuscire a condurre una vita uguale a quella dei propri coetanei, è costretto a:

  • praticarsi più iniezioni d’insulina ogni giorno per sostituire quella che l’organismo non è più in grado di produrre;
  • controllare la quantità di zucchero nel sangue (glicemia) più volte al giorno, attraverso una puntura sul polpastrello del dito;
  • seguire costantemente una corretta alimentazione e una sana attività fisica.

Attualmente si ritiene che si tratti di una malattia su base autoimmune, che riconosce anche fattori predisponenti genetici.

 

Diabete alimentare (Tipo2)

Il Diabete di Tipo 2, detto anche Diabete alimentare, è la forma più comune e largamente conosciuta che colpisce soprattutto soggetti adulti e anziani con eccesso di peso e su base ereditaria. Da qualche anno questa patologia colpisce anche soggetti più giovani e bambini, a causa delle errate abitudini alimentari e stili di vita sedentari, tanto da essere diventata una emergenza delle popolazioni occidentali. Pertanto è importante promuovere la corretta alimentazione e la sana attività fisica.

Progetto realizzato da Santa Barletta - Tesi di laurea svolta presso il Laboratorio TELL (Technology Enhanced Learning) - Dipartimento di Informatica -
Università degli Studi di Bari Aldo Moro - Relatori: Prof.ssa Teresa Roselli - Dott.ssa Veronica Rossano
Grafica di Vincenzo Maselli