PREMIATO A ROMA IL PROGETTO DI APGD (ASSOCIAZIONE PUGLIESE PER L'AIUTO AL GIOVANE CON DIABETE) 'VIVERE BENE CON IL DIABETE A SCUOLA'

 

 

L'APGD, Associazione Pugliese per l'aiuto al giovane con Diabete onlus, ha vinto il concorso nazionale #5Innovazioni promosso dalla Sanofi Italia, che premia le migliori pratiche in Italia sul diabete, con il progetto 'Vivere bene...con il diabete a scuola'. Il progetto, presentato a Bari lo scorso 21 aprile, è stato protagonista dell'ultima tappa del contest e ieri è stato premiato fra i cinque finalisti di Puglia, Lombardia, Campania, Umbria e Sardegna, che erano stati selezionati negli scorsi mesi. Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato la presidente dell'associazione pugliese, Lucia Vitale, la coordinatrice del progetto Patrizia Frezza della segreteria Apgd, alcuni ragazzi con diabete e il loro genitori, oltre a rappresentanti del comitato scientific del progetto e dell'associazione, composto dai diabetologi Elvira Piccinno, Aldo Torelli, Elda Frezza, Federica Ortolani e dalla psicologa Marcella Vendemiale.

Il progetto è stato valutato da una giuria composta da Antonio Gaudioso (CittadinanzAttiva e Presidente giuria), Emanuela Baio (Segretario di giuria), Lorenzo Becattini e Luigi D'Ambrosio Lettieri (Intergruppo parlamentare sul diabete), Giovanni Lamenza (Diabete Italia), Paola Pisanti (Ministero della Salute), Annarosa Racca (Presidente Federfarma), Walter Ricciardi (Presidente ISS). Il premio consiste in un assegno da 20mila euro che dovrà essere speso per portare a termine il progetto, sostenendo l’attività.

"Ha vinto il cuore perché il futuro di questi ragazzi ha emozionato tutti. - ha commentato la presidente APGD, Lucia Vitale - Siamo contenti perché il nostro progetto punta a rendere migliore la vita dei nostri ragazzi. Il percorso che vogliamo segnare è quello di facilitare la loro vita, rendere i contesti in cui vivono più consapevoli. La ricerca della felicità deve essere uguale per tutti, e il percorso deve essere facilitato da una comunità consapevole e competente. Con questo progetto, che continueremo a portare avanti con rinnovata energia, vogliamo migliorare anche la vita delle famiglie facendo informazione per una consapevolezza maggiore dell'intera comunità che sappia ospitare, accogliere e sostenere una condizione di vita difficile come quella del diabete".

Il progetto dell'Apgd, onlus che collabora con l'Unità Operativa di Malattie Metaboliche dell'Ospedale Giovanni XXIII di Bari, si ispira liberamente al “Documento strategico per l’inserimento del bambino con diabete a scuola”, creato dal lavoro congiunto di Ministero della Salute, MIUR e SIEDP, AGD, con l’obiettivo di  promuovere una campagna nelle scuole della Puglia per fornire corrette informazioni sul diabete tipo 1 dei bambini/adolescenti, e permettere loro una vita scolastica serena e sicura.

Il progetto è stato avviato nel 2014 e proseguirà per tutto il 2016, con l'obiettivo di diffondere le conoscenze necessarie al personale scolastico per affrontare serenamente la quotidianità accanto ai bambini e ragazzi con diabete, garantire anche durante l’orario scolastico controlli della glicemia, somministrazione dei farmaci, gestione di eventuali crisi ipoglicemiche, adeguata alimentazione, svolgimento in sicurezza di attività ludico-sportive, piena integrazione del bambino con diabete. Fino ad oggi l'iniziativa è stata portata dall'associazione in 14 scuole di tutta la regione e sono già in programma altre sei tappe nei prossimi mesi.

La campagna di sensibilizzazione prevede, tra gli strumenti, l'utilizzo del cortometraggio educativo “Dolce come il miele”, che raccoglie storie preziose di ragazzi con diabete che si raccontano nelle loro fragilità e nelle strategie per affrontare e vincere le proprie sfide quotidiane, realizzato dalla regista/attrice Antonella Carone (socia attiva APGD) e Toni Marzolla, con la partecipazione straordinaria di Alessio Giannone, in arte “Pinuccio”.

leggi la presentazione del cortometraggio: 

 

Bari, 21 maggio 2016

 

Per info

Isabella Maselli, Addetto Stampa APGD

3922290782 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Diabete, una scuola dolce come il miele

#5innovazioni 

Il progetto #5innovazioni

Apgd

 Da una giornata di laboratori teatrali e racconti, abbiamo realizzato un breve spot...in attesa del cortometraggio, in lavorazione....

 Guarda il video dei nostri ragazzi!

APGD: una realtà nel "Pianeta Diabete"

L’APGD è un organismo di tutela, ONLUS, fondata nel 1976, da genitori di bambini con diabete, che si adopera da sempre per migliorare le condizioni socio sanitarie dei bambini e dei giovani con diabete.

Ha un ruolo di verifica nel controllo della qualità assistenziale nelle varie dimensioni, contribuendo, così,  alla umanizzazione dell’intervento terapeutico.

Costituisce un ruolo di garante e di sostegno all’Utenza, assicurando la tutela dei diritti, attraverso il continuo ascolto dei bisogni ed intervenendo, con il controllo e la verifica, per la corretta applicazione delle leggi, nell’intento di risolvere le difficoltà dei Giovani, sia a livello sociale che terapeutico, in collaborazione con i medici diabetologi.

I suoi piani d’intervento mirano alla realizzazione delle indicazioni scaturite dai più recenti studi sui bisogni socio-assistenziali, miranti alla salute globale della Persona, definite nelle “linee guida per la cura dei bambini e adolescenti con diabete”, nelle “Dichiarazioni di Saint Vincent, nelle direttive dell’ OMS, negli Atti d’intesa stato Regioni e nel Piano Sanitario Nazionale ....

 ...organizzando soggiorni residenziali (campi scuola) formativi e di verifica tesi all’autogestione della patologia, dedicati ai bambini, agli adolescenti, ai giovanissimi e ai loro genitori.

…promuovendo incontri d’aggiornamento anche per gli Operatori che ruotano intorno al mondo del bambino, dell’adolescente e del giovane con diabete.

... impegnandosi nell’ambito della scuola, istituzionalmente promotrice di educazione, che, nelle diverse fasce d’età, svolge un ruolo predominante nella vita di ogni studente e, per questo,  deve essere correttamente informata.

 

Progetto realizzato da Santa Barletta - Tesi di laurea svolta presso il Laboratorio TELL (Technology Enhanced Learning) - Dipartimento di Informatica -
Università degli Studi di Bari Aldo Moro - Relatori: Prof.ssa Teresa Roselli - Dott.ssa Veronica Rossano
Grafica di Vincenzo Maselli